COME DIFENDERSI DAI VICINI RUMOROSI

mistermac-isolamento-acustico
IL COMFORT NEGLI EDIFICI
16 Dicembre 2016
COME IMPERMEABILIZZARE UN TERRAZZO PAVIMENTATO
2 Aprile 2020

Scritto da: Alberico Nardi

Una delle situazioni più fastidiose che ci può capitare è avere dei vicini molesti che, una volta che siamo tornati a casa dopo l’ennesima giornata di lavoro, ci obbligano a sentire i loro rumori.

Parliamo di rumori di qualsiasi tipo: la televisione ad alto volume che ci impone di seguire una programmazione che non ci interessa, il parlare ad alta voce che ci obbliga a conoscere le altrui questioni familiari, il rumore dello sciacquone che ci fa contare quante volte sono andati in bagno, certe notti che…!!!

Tutto ciò possono arrivare sia dagli appartamenti vicini che da quelli al piano superiore. Questo succede perché viviamo in contesti abitativi in cui, in fase di costruzione o di ristrutturazione, non è stata dedicata la giusta attenzione all’isolamento acustico. Cosa, tra l’altro, regolamentata da specifiche norme.
Tutto ciò, è facilmente risolvibile.
E’ ormai con cadenza quotidiana, che presso i nostri punti vendita, si rivolgono persone che sono al limite della sopportazione e, per evitare di litigare con i vicini, preferiscono affrontare direttamente la spesa per risolvere il problema e noi siamo pronti a dare le giuste soluzioni.
Nel caso di rumori da appartamenti adiacenti proponiamo delle “CONTROPARETI”, nel caso di rumori dai piani superiori proponiamo dei “CONTROSOFFITTI”.
Queste soluzioni devono chiaramente rispondere a specifici requisiti, sempre supportati da certificati di prova che ne garantiscono la prestazione finale. Ricordiamoci sempre che ci occupiamo di rumori di tipo domestico… se al piano di sotto c’è una discoteca, dobbiamo pensare di risolvere le questioni in altro modo.

Soluzione “CONTROPARETI”

Esistono diverse tipologie di contropareti che si differenziano tra loro non solo per i risultati, ma per il metodo di installazione.
La tipologia che ci ha dato più riscontri positivi, quindi più soddisfazione per i clienti che l’hanno adottata, anche perché può essere installata da “non professionisti”, è quella che prevede il placcaggio diretto sulla esistente parete di confine, in laterizio, con una lastra in cartongesso preaccoppiata in stabilimento con un pannello isolante in fibra di poliestere, denominata DIAMANT PHONO di Knauf.
Questa può essere di diversi spessori e la scelta dello spessore può essere fatta in virtù della prestazione che si vuole ottenere e dal tipo di installazione.
Gli spessori esistenti sono 13+10 – 13+20 – 13+40 dove, lo spessore 13 è quello della lastra in cartongesso Diamant a densità maggiorata e ad alta resistenza meccanica soprattutto superficiale, per resistere anche a colpi con oggetti appuntiti.
La lastra di spessore 13+10 può essere sia incollata direttamente sull’intonaco, che fissata con viti su una specifica struttura metallica. Le lastre degli altri due spessori possono essere soltanto incollate. Il collante previsto dal “sistema” è il COLLANTE PERLFIX di Knauf. Le operazioni di taglio per gli adeguamenti geometrici, possono essere effettuate con un semplice cutter e non necessitano di particolari attrezzature; Va prestata una particolare attenzione, alla eventuale presenza di scatole elettriche, che possono rappresentare un punto di passaggio del rumore. Ovviamente siamo a completa disposizione per le opportune indicazioni. Il tutto va completato stuccando i giunti tra le lastre con normale stucco per cartongesso. Una normale tinteggiatura, preceduta da adeguata preparazione della superficie, completa il lavoro.

Soluzione “CONTROSOFFITTI”

Se il rumore molesto viene dall’alto, la soluzione è rappresentata da un controsoffitto che abbia adeguate caratteristiche di fonoisolamento sia per i rumori aerei che impattivi, come il calpestio o il trascinamento di oggetti.
Anche in questo caso c’è una tipologia di controsoffitto che ha riscosso il maggiore successo, proprio in virtù dei risultati soddisfacenti percepiti da chi ha avuto la necessità. Questo elemento costruttivo prevede l’installazione di una struttura metallica per controsoffitti, adeguatamente assicurata al solaio mediante distanziatori fissati meccanicamente con tasselli che, a scopo di sicurezza, dovranno essere scelti in base alla tipologia del solaio. Nello spazio ricavato tra la struttura metallica ed il solaio (circa 5 centimetri) è necessario posare un materassino in lana di vetro a bassa densità. Per finire vanno fissate, mediante viti autoforanti, le speciali lastre in cartongesso SILENTBOARD di Knauf. Queste sono delle speciali lastre, studiate e prodotte proprio per essere utilizzate nel caso di isolamento acustico. Il tutto va completato stuccando i giunti tra le lastre e le teste delle viti con normale stucco per cartongesso. Anche in questo caso, una normale tinteggiatura, preceduta da adeguata preparazione della superficie, completa il lavoro.

Le soluzioni che vi abbiamo esposto fanno parte di un ventaglio di proposte molto ampio, adottabili per le varie situazioni, che saremo lieti di proporvi all’occorrenza.
Un isolamento acustico adeguato, vi dà la sensazione di vivere in una casa con un buon COMFORT ABITATIVO.
Noi siamo a vostra disposizione perché questo avvenga.

Per ulteriori informazioni contattaci

[contact-form-7 404 "Not Found"]